L’uso del congiuntivo

Oggi ho avuto un simpatico fraintendimento a causa del mio corretto uso del congiuntivo. Ho detto “è necessario che faccia dei controlli” e il mio interlocutore ha pensato che mi riferissi a un’altra persona, mentre dal contesto era chiaro che parlavo di me. Perciò mi è venuto in mente di rispolverare questo bell’articolo dell’Accademia della Crusca, sito a cui qualunque buon traduttore e editor deve sempre far riferimento.

Nel caso in oggetto, con le formule “è necessario che / è probabile che / è bene che” bisogna sempre usare il congiuntivo. Per non incorrere in fraintendimenti, come nel mio caso, si potrà usare il pronome personale, sebbene esso non sia grammaticalmente necessario: “è necessario che io faccia” in contrapposizione a “è necessario che lui faccia”.

Per tutti gli altri usi del congiuntivo rimando all’articolo citato, e concordo con l’affermazione di Altieri Biagi riportata dall’Accademia della Crusca: «se, […] dopo aver studiato il congiuntivo, e sapendolo usare, voi deciderete di «farne a meno», di sostituirlo con altri modi, questa sarà una scelta vostra. Ciò che importa, in lingua, non è scegliere il modo più elegante, più raffinato, ma poter scegliere, adeguando le scelte alle situazioni comunicative».

È importante poter scegliere, quindi essere in grado di scegliere: studiate il congiuntivo, imparatelo per bene, e poi potrete decidere, se lo vorrete e in base al contetso, di non usarlo – ma per favore usatelo sempre quando scrivete!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...